"Forse"

"Forse" è la parola chiave, la parola magica che dona libertà di pensiero e di espressione. "Forse" è la parola madre di tutte le ipotesi, lo scopo di questo Blog è quello di non dare nulla per scontato per creare nuovi punti di vista ed essere promotore di nuove visioni di quel che generalmente consideriamo "realtà". Non dimenticate di partecipare ai sondaggi siamo interessati alle vostre opinioni. In Fondo alla Pagina inoltre potete Godere della TUTTI I FORSE TV la web TV d'intrattenimento e d'approfondimento dei temi trattati senza comunque mai trascurare gli argomenti più scientifici sostenuti da dati empirici, quindi sedetevi e Libero sfogo alla propria immaginazione ed al proprio intelletto!







giovedì 26 agosto 2010

Paul McCartney è morto davvero

Paul McCartney è morto davvero


Lo conferma un'inchiesta di "Wired"

E' una delle leggende più note del rock: Paul McCartney sarebbe morto nel 1966 e quello che ancora oggi conosciamo sarebbe solo un sosia (Bill Campbell) che lo ha sostituito. Una leggenda appunto che sembrava ormai essere stata smontata e dimenticata. Ma ora due scienziati hanno condotto un'inchiesta per "Wired": l'obiettivo era dimostrare che tutto era falso ma i risultati sarebbero stati invece sorprendenti...

L'oggetto del contendere è la "P.I.D.", ovvero la leggende "Paul Is Dead". A dedicarcisi sono stati due esperti, l'informatico Francesco Gavazzeni e il medico legale Gabriella Carlesi. L'obiettivo era dimostrare che tutte queste voci erano false e infondate, leggende metropolitane, appunto, gettate in pasto a media e fan. Le perizie svolte dai due esperti invece hanno portato a risultati del tutto inattesi.

La storia in breve: Paul McCartney, quello originale, sarebbe in realtà morto in un incidente d'auto nel 1966, uno schianto avvenuto a bordo della sua Austin Martin dopo un litigio con gli altri membri della band. Da quel momento a rimpiazzarlo ci sarebbe stato un sosia (un ex poliziotto). Sarebbero stati gli stessi Beatles a confermare questa testi disseminando negli anni a venire messaggi più o meno subliminali, da copertine allusive come quella di "Abbey Road", a messaggi incisi al contrario nei dischi.

Gavazzeni e Carlesi si sono basati sull'analisi antropometrica e craniometrica, confrontando, attraverso immagini di repertorio, forma del cranio, dei denti, ecc. nel prima e dopo 1966. E, dal momento che comunque da questi esami ci si può esprimere solo in termini di compatibilità e non di certezza, i risultati comunque darebbero esito negativo: cioè, la persona conosciuta come Paul McCartney prima del 1966 non sarebbe la stessa che vediamo nelle foto scattate dopo quella data. Caso riaperto?http://it.wikipedia.org/wiki/Leggenda_della_morte_di_Paul_McCartney

6 commenti:

  1. Secondo me si saprà quando muore quello di ora chiunque esso sia, Ringo Star non aspetta altro per cantarsela..

    RispondiElimina
  2. uno che canta come paul nasce di rado... che poi sia addirittura un sosia, li' pronto a sostituire un mostro sacro!!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. Certo che cmq la vicenda è piuttosto strana, non si dice di nessun altro cantante, delle tracce che lasciano pensare esistono, e diciamo pure che se fosse una bufala escogitata per vendere dischi direi che non era affatto necessaria, la voce non era così inimitabile ci sono milioni di cover band che lo imitano alla grande, mentre dal punto di vista creativo poteva esserci dietro Lennon..

    RispondiElimina
  4. Anche se non sono molto convinta di quest'affermazione e su questo argomento sono alquanto scettica, in questo momento sto piangendo. Non potrei mai sopportare una notizia simile.. anche se a me pare così tanto strano.. trovare una persona così simile a Paul.(si è anche detto che questo ipotetico sosia si fosse fatto degli interventi chirurgici).. anche se pure questa cosa.. insomma, a quel tempo credo che certi interventi non fossero ancora molto sviluppati, poi non saprei dire. per il momento mi limito a sperare che non sia vero e e vivere con il dubbio, il quale spero che presto verrà risolto.

    RispondiElimina
  5. Piero D'Oro3 settembre 2011 06:09

    E' un Mito e come tale è accompagnato dalle sue leggende, lui non si è mai impegnato nel smentire con forza queste voci ma forse anche il mistero ed il dubbio hanno un ritorno di tipo commerciale, temo purtroppo che il mistero non verrà mai risolto perchè anche alla sua morte si alimenterà e verrà sfruttato come ennesima speculazione... forse..

    RispondiElimina